Memorie della nazione. L'Archivio centrale dello Stato 2015-2018. Ediz. a colori eBook

DATA
2020
NOME DEL FILE
Memorie della nazione. L'Archivio centrale dello Stato 2015-2018. Ediz. a colori.pdf
AUTORE
Richiesta inoltrata al Negozio
Festivalpatudocanario.es Memorie della nazione. L'Archivio centrale dello Stato 2015-2018. Ediz. a colori Image

DESCRIZIONE

Leggi il libro Memorie della nazione. L'Archivio centrale dello Stato 2015-2018. Ediz. a colori PDF direttamente nel tuo browser online gratuitamente! Registrati su festivalpatudocanario.es e trova altri libri di Richiesta inoltrata al Negozio!

L'Archivio centrale dello Stato, istituito nel 1875 come Archivio del Regno, assume la denominazione attuale nel 1953, in occasione del suo trasferimento all'EUR, dove si trova tuttora. In esso sono custoditi circa 160 chilometri lineari di documentazione in continuo accrescimento, che rappresentano la memoria storica dell'Italia unita: in particolare la Costituzione Italiana e gli originali delle leggi e dei decreti, i fondi archivistici degli organi centrali dello Stato, gli archivi personali di alcune delle maggiori personalità della politica, dell'amministrazione e della cultura, ma anche un ricchissimo patrimonio fotografico. Questo volume aprirà le porte dell'Archivio al lettore curioso, che potrà finalmente conoscere i più importanti servizi dell'istituto e le principali attività che si svolgono al suo interno. Si descrivono inoltre i progetti futuri e quelli in cantiere, pensati per garantire al suo sconfinato patrimonio documentario sempre migliori condizioni di conservazione e mettere a disposizione del pubblico un numero sempre maggiore di fondi documentari.

Archivio Centrale dello Stato - Post | Facebook

Il trasferimento nella nuova sede avvenne in un momento in cui stava diventando particolarmente vivo l'interesse dei ricercatori per la storia contemporanea [Cfr. in particolare per i riferimenti agli archivi conservati presso l'Archivio centrale dello Stato, C. PAVONE, La storiografia sull'Italia postunitaria e gli archivi nel secondo dopoguerra, in RAS, XXVII (1967), pp. 355-409] venne a ...

Archivio Centrale dello Stato - Wikipedia

Al Ministero del tesoro passarono pertanto la ragioneria generale dello Stato, il consiglio dei ragionieri, la direzione generale del tesoro, la tesoreria centrale del regno, l'amministrazione del debito pubblico, l'amministrazione della cassa depositi e prestiti, il comitato permanente studi e ricerche sulla questione monetaria istituito nel 1886.

LIBRI CORRELATI

Femminicidio e violenza di genere. Appunti per donne che vogliono raccontare
Opere. Rivista toscana di architettura. Vol. 36: Spazi condivisi.
Flash. Vol. 62
Musica e liturgia a San Marco. Testi e melodie per la liturgia delle ore dal XII al XVII secolo. Dal graduale tropato del Duecento ai graduali cinquecenteschi
La grammatica è una canzone dolce
CIA. Ascesa e caduta dei servizi segreti più potenti del mondo
La maschera trasparente. Essere o apparire?
Università di carta. L'editoria accademica nella società della conoscenza
Gli specchi dell'eros maschile
Il filo di Arianna. Trattati di alchimia dall'antichità al XVIII secolo. Vol. 3
Quattro amici
Oltre l'oceano della reincarnazione
Dopo il petrolio. Sull'orlo di un mondo pericoloso
Etica democratica. Una riflessione sui valori etici nella società liberale
L' intelligencija e la rivoluzione
La donna dalla coda d'argento
Guida alle Confessioni di Agostino
Nera di Calabria. «Il facismo mai raccontato»
Isaiah Berlin