La mia casa a Damasco eBook

DATA
2018
NOME DEL FILE
La mia casa a Damasco.pdf
AUTORE
Diana Darke
Festivalpatudocanario.es La mia casa a Damasco Image

DESCRIZIONE

Scarica l'e-book La mia casa a Damasco in formato pdf. L'autore del libro è Diana Darke. Buona lettura su festivalpatudocanario.es!

Attraverso il prisma di un antico edificio, La mia casa a Damasco illumina, più di ogni reportage giornalistico, la storia antica e recente della Siria, del suo popolo, della sua società e dei suoi incomparabili tesori. «Scritto con il ritmo di un romanzo è molto più di un diario personale: è un’enciclica eclettica della storia siriana, degli arabi, della loro lingua e delle tradizioni, di arte e architettura islamica, e molto altro ancora» - Times Literary Supplement «Il potente e commovente nuovo libro di Diana Darke offre una rara visione della Siria e dei suoi conflitti, attraverso l’occhio di un’attenta osservatrice, profondamente esperta nella sua cultura» - New Republic Fin dal primo giorno in cui mette piede in Siria, nel 1978, Diana Darke si sente a casa. Parecchi anni dopo, quando la casa editrice Bradt le commissiona una guida della Siria, l’incanto per questo paese, che racchiude in sé tutti i tratti che le sono cari del mondo arabo, torna a farsi sentire con prepotenza. Gironzolando tra i vicoli tortuosi della Vecchia Damasco, tra i suoi magnifici palazzi ottomani, resti dimenticati di un’età remota, Diana si imbatte nel suo destino: una porta socchiusa. Varcata la soglia si ritrova immersa nella quiete di un cortile ornato tutt’intorno da aranci, tralci di vite, buganvillea ed esili rampicanti simili al gelsomino. Travolta dall’emozione, si sofferma a contemplare una fontana di marmo chiaro, bahra, in lingua araba, «piccolo mare», tanto assorta da non rendersi conto che dall’altra parte della vasca un uomo le viene incontro con un sorriso amichevole. Bassim, questo il nome del giovane, è un architetto che, impegnato nel progetto di restauro della Città Vecchia, ha il compito di informare gli stranieri della possibilità di acquistare le antiche dimore di Damasco per salvarle dalla rovina, dato che il governo non dispone dei fondi necessari al restauro. Inizia così, per Diana, la conquista di quella che diventerà la sua «casa di Damasco», una conquista che assumerà spesso contorni bizzarri, soprattutto agli occhi di un occidentale, e che si concluderà con l’acquisto di Bait Barudi, letteralmente: «La casa del venditore di polvere da sparo». Un luogo incantato, capace di infondere in Diana una profonda pace interiore. Una pace, tuttavia, destinata a durare poco a causa della guerra civile in cui il paese sta sprofondando.

Recensione: La mia casa a Damasco - readingattiffanys.it

La mia casa a Damasco Patrizia Cavaliere 09/07/18 Appena pubblicati. La prima volta che vidi Bait Barudi ero in compagnia di Bassim e Abu al-Izz, lo scaltro venditore di tè della via Dritta. Abu al-Izz conosceva tutti nel quartiere, e fu lui a suonare il campanello mentre io e Bassim aspettavamo in strada.

eBook La mia casa a Damasco di Diana Darke, Massimo Ortelio

La mia casa a Damasco Patrizia Cavaliere 09/07/18 Appena pubblicati. La prima volta che vidi Bait Barudi ero in compagnia di Bassim e Abu al-Izz, lo scaltro venditore di tè della via Dritta. Abu al-Izz conosceva tutti nel quartiere, e fu lui a suonare il campanello mentre io e Bassim aspettavamo in strada.

LIBRI CORRELATI

Allenamento della percezione uditiva nei bambini con impianto cocleare. Con CD-ROM
Terra matta
Il re delle maschere. Con CD Audio
La potenza di esistere. Manifesto edonista
Algebra lineare e algoritmi. Con espansione online
Più vivi, più umani. Virtù e vita quotidiana
Macunaima. L'eroe senza nessun carattere
La natura e il corpo. Studi in memoria di Attilio Zanca. Atti del Convegno (Mantova, 17 maggio 2003)
Diversi dall'Islam. Figli dell'immigrazione e altre fedi
Pensa, è gratis. 84 idee pratiche per sviluppare il talento e il successo
L' economia europea dal 1914 al 2000
Storielle di lucciole e stelle (rist. anast. 1913)