Pasolini e l'interrogazione del sacro eBook

DATA
2013
NOME DEL FILE
Pasolini e l'interrogazione del sacro.pdf
AUTORE
Richiesta inoltrata al Negozio
Festivalpatudocanario.es Pasolini e l'interrogazione del sacro Image

DESCRIZIONE

Abbiamo conservato per te il libro Pasolini e l'interrogazione del sacro dell'autore Richiesta inoltrata al Negozio in formato elettronico. Puoi scaricarlo dal nostro sito web festivalpatudocanario.es in qualsiasi formato a te conveniente!

"Cose divine" è, in Pasolini, l'altro nome del sacro. Rimanda al senso dell'ulteriore, dell'eccedente (ma per ciò stesso anche del primigenio e dell'autentico) rispetto alla capacità di comprensione, controllo e realizzazione degli uomini. Ben prima delle grossolane distinzioni tra fede e scienza, tra credenti e non credenti, il sacro è la dimensione da cui attingono e verso cui tendono l'aspirazione al bello e al buono, la capacità di stupirsi, la sete d'amore, la pietas solidale, l'anelito di giustizia, la consapevolezza del tanto di misterioso che ogni vita possiede. Il sacro come domanda, non corredo di riposte; il sacro come attesa e scarto. Per Pasolini un doppio impegno: su un versante lo sguardo sulle cose divine che si rivelano nell'ambiguità, ma anche la loro spoliazione e il ritrarsi sconfitto dell'innocenza di fronte al cancro del consumismo (anche del consumismo del sacro) e di fronte al potere di un'economia e di una tecnica che non mostrano altro fine che l'autopotenziamento; sull'altro versante, lo sforzo disperato di preservarne "il senso" attraverso la dissacrazione degli idoli sostitutivi. La "scandalosa ricerca" di Pasolini lascia come eredità preziosa una rinnovata fioritura di simboli e miti che da sempre germogliano sulla frattura che si crea tra il tragico tempo della storia e i tempi delle origini e del non-ancora. Ed è questo il Pasolini "estremo" che qui si intende perlustrare da diverse angolazioni disciplinari...

9788831717069 2013 - Pasolini e l'interrogazione del sacro ...

12. "Il dialogo tra Pier Paolo Pasolini e la Pro Civitate Christiana sulla sceneggiatura de 'Il Vangelo secondo Matteo'", in Ruggero Eugeni e Dario E. Viganò (a cura di), Attraverso lo schermo. Cinema e cultura cattolica in Italia, volume II, EdS, Roma 2006, pp. 223-237.. 13.

Pasolini e l'interrogazione del sacro

Pier Paolo Pasolini pose l'antropologia come disciplina alla base della propria riflessione. L'autore considerava la sensibilità antropologica come una risorsa in grado di permettergli di sopravvivere sul confine tra ipocrisia e vita vera: «Ci sono intellettuali che non conoscono il significato di cultura popolare, o non la distinguono dalla cultura storica, quella della classe dominante

LIBRI CORRELATI

Il più folle libro illustrato con tutti i colori del mondo di Otto. Ediz. a colori
Enigmi della strega
L' amore non avrà mai fine. Riflessioni e preghiere per l'uomo del nostro tempo
Il servitore di due padroni-La famiglia dell'antiquario-La bottega del caffè
Dossier Genova G8. I fatti della scuola Diaz
Riti e miti. DC Super Hero Girls
Il trionfo della borghesia (1848-1875)
Dalla scena al dipinto. La magia del teatro nella pittura dell'Ottocento. Da David a Delacroix da Füssli a Degas
Terme & sorgenti di Toscana note, meno note, sconosciute
Parole. Ediz. a colori
Giobbe. Romanzo di un uomo semplice
La notte prima di Natale
Il metodo Montessori per scoprire la scienza. Con 40 schede
La storia: teoria e metodi
Heart and brain
La strage di san Bartolomeo. Una notte di sangue a Parigi