Pasolini e l'interrogazione del sacro eBook

DATA
2013
NOME DEL FILE
Pasolini e l'interrogazione del sacro.pdf
AUTORE
Richiesta inoltrata al Negozio
Festivalpatudocanario.es Pasolini e l'interrogazione del sacro Image

DESCRIZIONE

Leggi il libro Pasolini e l'interrogazione del sacro PDF direttamente nel tuo browser online gratuitamente! Registrati su festivalpatudocanario.es e trova altri libri di Richiesta inoltrata al Negozio!

"Cose divine" è, in Pasolini, l'altro nome del sacro. Rimanda al senso dell'ulteriore, dell'eccedente (ma per ciò stesso anche del primigenio e dell'autentico) rispetto alla capacità di comprensione, controllo e realizzazione degli uomini. Ben prima delle grossolane distinzioni tra fede e scienza, tra credenti e non credenti, il sacro è la dimensione da cui attingono e verso cui tendono l'aspirazione al bello e al buono, la capacità di stupirsi, la sete d'amore, la pietas solidale, l'anelito di giustizia, la consapevolezza del tanto di misterioso che ogni vita possiede. Il sacro come domanda, non corredo di riposte; il sacro come attesa e scarto. Per Pasolini un doppio impegno: su un versante lo sguardo sulle cose divine che si rivelano nell'ambiguità, ma anche la loro spoliazione e il ritrarsi sconfitto dell'innocenza di fronte al cancro del consumismo (anche del consumismo del sacro) e di fronte al potere di un'economia e di una tecnica che non mostrano altro fine che l'autopotenziamento; sull'altro versante, lo sforzo disperato di preservarne "il senso" attraverso la dissacrazione degli idoli sostitutivi. La "scandalosa ricerca" di Pasolini lascia come eredità preziosa una rinnovata fioritura di simboli e miti che da sempre germogliano sulla frattura che si crea tra il tragico tempo della storia e i tempi delle origini e del non-ancora. Ed è questo il Pasolini "estremo" che qui si intende perlustrare da diverse angolazioni disciplinari...

"Pasolini e l'interrogazione del sacro". Atti | Centro ...

Pier Paolo Pasolini pose l'antropologia come disciplina alla base della propria riflessione. L'autore considerava la sensibilità antropologica come una risorsa in grado di permettergli di sopravvivere sul confine tra ipocrisia e vita vera: «Ci sono intellettuali che non conoscono il significato di cultura popolare, o non la distinguono dalla cultura storica, quella della classe dominante

Pasolini e il calcio. Da linguaggio a "rappresentazione ...

12. "Il dialogo tra Pier Paolo Pasolini e la Pro Civitate Christiana sulla sceneggiatura de 'Il Vangelo secondo Matteo'", in Ruggero Eugeni e Dario E. Viganò (a cura di), Attraverso lo schermo. Cinema e cultura cattolica in Italia, volume II, EdS, Roma 2006, pp. 223-237.. 13.

LIBRI CORRELATI

Introduzione a Jacques Lacan
Annuario dei migliori vini italiani 2015
Malacqua. Quattro giorni di pioggia nella città di Napoli in attesa che si verifichi un accadimento straordinario
Tuina. La riscoperta di un'antica terapia manuale cinese
Interpretazione e attualizzazione della Norma vitae del «Memoriale in desiderio animae» di Tommaso da Celano
Lacrime di cristallo. Ragazze dell'Olimpo. Vol. 1
Luciano Parinetto: l'utopia di un eretico
Mafalda. Tutte le strisce
Biancaneve. Ediz. illustrata
Rugiada a colazione. Storia di un'amicizia: emozioni, segreti, sapori
Corso di diritto processuale civile. Ediz. minore. Vol. 3: L'esecuzione forzata, i procedimenti speciali, i processi del lavoro, locatizio e societario.
Il trattamento chiropatico delle patologie del rachide
Fondamenti di fisica. Un approccio strategico
L' uomo senza nome
Storia. Vol. 2: Dal Medioevo ai moti del 1848.